domenica 21 luglio 2013

"Antica Pisciarelli" 3: il bottino del Belluccio

Nel bottino del Belluccio, terza tappe del percorso di archeonatura "Antica Pisciarelli", nasce l'acquedotto Paolo: si tratta, infatti, del punto di raccolta delle acque più occidentale dell'intero struttura.

Bottino del Belluccio
Il manufatto è visitato dal Nibby nella famosa escursione del 1825 in compagnia di Giacomo Palazzi, "architetto insigne per merito, e per modestia", volta a "rintracciare sui luoghi le sorgenti delle acque che anticamente venivano a Roma".

Particolare di una mappa del XVIII sec.

Il bottino del Belluccio capta le sorgenti dell'Acqua Praecilia, famosissima ed apprezzata per i suoi effetti benefici  fin dall'epoca romana. Con la costruzione dell'Acquedotto Paolo una porzione delle acque fu resa disponibile in loco con la costruzione del fontanile dell'Acqua Praecilia, tutt'oggi in funzione.

Come arrivare.
Procedendo lungo la strada comunale in terra battuta che nasce sulla via Olmata Tre Cancelli, passato il ponte sul fosso di Boccalupo, si noterà lungo il bordo sinistro del sentiero una radura con un vecchio casale nel mezzo. Procedendo lungo il sentiero per tutto il tratto che costaggia il casale, sulla destra si noterà, ad un certo punto, una modesta scarpata: scendendo con attenzione, a mezza altezza, sulla sinistra, sarà possibile individuare il bottino del Belluccio.


Casale dell'Acqua Praecilia


Tappa precedente: Ferratella
Tappa successiva: Acqua Praecilia