domenica 11 agosto 2013

"Antica Pisciarelli" 5: la via "Clodia"

La via Clodia (affioramento presso le Colonnacce), quinta tappa del percorso di archeonatura "Antica Pisciarelli".
basolato originale della via Clodia
La via Clodia è un'antica strada romana che collegava Roma con Saturnia. La data di fondazione non è nota, così come è sconosciuto il nome del magistrato che si occupò della sua edificazione, tuttavia al 225 a.C. risultava già esistente.
Costruita tra due importanti vie di origine militare (Aurelia e Cassia), la via Clodia nasce per esigenze commerciali: il suo tracciato, pertanto, non risponde brutalmente a criteri geometrici, ma insegue la posizione di varie colonie in terra etrusca.
Il percorso della via Clodia secondo la Tabula Peutingeriana
Lungo il percorso sono sorte nel tempo varie mansiones (stazioni di sosta e commercio gestite dal governo centrale), la più importante delle quali era Forum Clodii (in quanto portava il nome della strada), localizzata presso S. Liberato di Bracciano, ai margini dell'attuale territorio di Pisciarelli.
Ricostruzione del tracciato della via Clodia nel territorio di Pisciarelli
Tra S. Liberato e Pisciarelli la via Clodia affiora in almeno 4 punti, di cui tre afferenti alla strada principale e uno, un ponte d'età romana, appartenente ad un diverticolo.

Come arrivare.
Dal parcheggio in zona archi di Boccalupo, prendere il sentiero sterrato che nasce tra due cancelli privati e proseguire sempre dritto, ignorando tutti gli incroci, fino alla sommità del colle, nel punto in cui troverete un crocevia e, sulla sinistra, il cancello della rete che avrete nel frattempo costeggiato. Attraversate il cancello e procedete lungo la strada, tenendo la sinistra. I basoli della via Clodia vi appariranno davanti agli occhi subito dopo aver superato, tirando dritto, una diramazione del sentiero.


Tappa precedente: fonte dell'Acqua Praecilia
Tappa successiva: cisterna romana delle Colonnacce