lunedì 5 agosto 2013

"Antica Pisciarelli" 4: la fonte dell'Acqua Praecilia

Fonte dell'Acqua Praecilia, quarta tappa del percorso di archeonatura "Antica Pisciarelli".

Fontanile dell'Acqua Praecilia
L'Acqua Praecilia, che oggi sgorga in un anonimo fontanile, è stata apprezzata per le sue proprietà curative dal tempo dei romani (e probabilmente anche prima) fino ad epoche più recenti, quando è stata fatta oggetto di commercio organizzato (dal 1909 al 1915). L'acqua, che sgorga limpida e incolore, è classificata come mediominerale fredda, e le sono riconosciute proprietà diuretiche.

Pubblicità dell'Acqua Praecilia del 1911

Con la costruzione dell'acquedotto Paolo e del suo bottino del Belluccio, le acque furono incondottate verso Roma. Soltanto una parte di esse, da allora, viene restituita al territorio attraverso l'attuale fontanile, ancora oggi alimentato dalla costruzione paolina.

La fonte dell'Acqua Praecilia

I meno giovani ricordano ancora l'usanza, durante le loro passeggiate nei boschi di Pisciarelli, di fermarsi alla fonte dell'Acqua Praecilia per bagnare il pane secco e preparare una gustosa merenda a base di panzanella.

Come arrivare.
Giunti in prossimità del bottino del Belluccio basterà scendere qualche altro metro e cercare oltre il canneto.


Tappa precedente: bottino del Belluccio
Tappa successiva: via Clodia